Aberlogo

                               Agri.Bio Emilia-Romagna
                                         Associazione dei produttori e dei consumatori

  biologici e biodinamici dell' Emilia-Romagna

[LINMENUKS]
 
 Home  Meteo  Chi siamo  Articoli  Iniziative  Risorse  News  Contatti  Aziende  Privacy  Site Map
 corsi e seminari
 Services

Arcobaleno Salva Api

Parte dall'Emilia Romagna un progetto per aiutare le api in pericolo di estinzione

 

« Le api sono in difficoltà! Ecco un gesto concreto per aiutarle.» È questo lo slogan del progetto, “ Arcobaleno salva api”, ideato dal famoso esperto di apicoltura Biodinamica, Dott. Enrico Zagnoli e da Agri.Bio si riporta di seguito il comunicato stampa ufficiale della iniziativa.

 

LE API SONO IN DIFFICOLTA' ?.... AIUTIAMOLE!

Si fa un gran parlare di malattie delle api, di sindromi da spopolamento degli alveari, di calo del numero degli apicoltori attivi, di inquinanti cosmici , di multinazionali dei veleni di magnetismo onnipresente.
Le api destano l' interesse della massa. Se non altro perchè all' argomento se ne era interessato pure quel "gran fisico" e cervellone di Albert Einstein. Da qualche mese i canali nazionali TV trasmettono documentari e servizi sulla moria delle api.
In autunno Voyager in prima serata (RAI 2) ha trattato le profezia di Einstein e di Rudolf Steiner , dando eco alla frase attribuita al nobel tedesco : "niente più api, niente più impollinazione, niente più impollinazione niente più piante; niente più piante niente più animali, niente più uomo".
Frasi ad effetto del tipo "...scomparsa l' ultima ape dalla terra al genere umano non resteranno che quattro anni di vita" fanno riflettere, i giornali e la tele si dedicano volentieri all' argomento scervelandosi a individuare cause possibili.


Fra dicembre e marzo sono andati in onda su Report , Geo & Geo e rubriche meno note o nottambule speciali dedicati alla chimica della concia delle sementi, alla chimica in relazione agli avvelenamenti di alveari, all' analisi delle cause più disparate delle morie : campi magnetici, sementi OGM, antibiotici alle api, concia chimica delle sementi, rinnovo sistematico delle api regine...
Intanto nei campi il numero degli apicoltori è in calo.
A loro difesa era intervenuto un altro apicoltore: il ministro dell' agricoltura Zaia il 17 settembre 2008 aveva infatti bloccato l' autorizzazione del 13 aprile 2001 di impiegare nella concia di sementi industriali di mais e barbabietola i veleni ritrovati nel polline di api morte. Sta di fatto che già il 27 gennaio 2009 - all' insaputa di molti - il ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali revocava il divieto acconsentendo la concia con neonicotinoidi vietati da Zaia sui semi di barbabietola. Motivo: le api sulle barbabietole non ci vanno . La realtà è che chi vende clothiadin, thiametoxam, imidacloprid, fipronil finanzia pure (in inserti pubblicitari) le riviste di agricoltura delle regioni che hanno fatto ricorso contro il divieto a tutela delle api. Il decreto 31 del 7/2/2009 infine modifica il divieto di Zaia in sospensione : per cui viene fissato dal governo il limite temporale relativo alla sospensione cautelativa dell 'autorizzazione di impiego per la concia delle sementi dei prodotti fitosanitari contenenti i soliti pesticidi clothiadin, thiame toxam, imidacloprid, fipronil al 20 settembre 2009.
In pratica questi pesticidi neurotossici, ritenuti responsabili della moria delle api, poi vietati su patata, mais e barbabietola, si possono già da ora continuare ad usare su barbabietola, e da fine settembre di quest' anno forse anche su mais e patate. Tutto torna come prima, per il bene delle industrie produttrici di molecole di sintesi chimica.
Pazienza per le Api se torneranno a morirne e soffrirne.

CHE FARE?

La tele e i giornali ne parlano, senza però affrontare a fondo il problema. Chi lo conosce e offre soluzioni scientifiche, viene impunemente censurato dagli organi di informazione pubblici.
Dal momento che gli apicoltori questa primavera assistono alle difficoltà di un ambiente malato , a noi è venuta l' idea di realizzare qualcosa di concreto che vada oltre le parole di analisi o sterile accusa.

Finalmente qualcosa di pratico ed efficace c'è; le api sono troppo intelligenti, furbe e tenaci per farsi fregare dall' Homo oeconomicus che antepone il suo profitto all' equilibrio saggio della natura e del pianeta.
LE API SONO IN DIFFICOLTA' E’ VERO, MA ECCO UN GESTO CONCRETO PER AIUTARLE SUBITO.

Le api sanno riconoscere il buono dal malo: oltrepassano di bella posta i campi OGM (studi di Colorado e Lousiana USA), sorvolando piantagioni di cotone transgenico.
Gli sciami di città si fermano sotto i tralicci RAI (successo a Roma, filmato e censurato) dove il campo magnetico è per fisica quantistica nullo. Se ne sciamano allontanandosi per chilometri e chilometri dagli apicoltori chimici convenzionali o fraudolenti che usano antibiotici. le api sono insetti solari e in sè stesse trovano le risorse per superare le difficoltà scaturite da un genere umano più propenso al profitto che alla bellezza delle forme e dei colori.
REGALATEVI UN BELL’ ANGOLO FIORITO CON LE BUSTINE DI AGRI.BIO !

Chi non sia apicoltore non può immaginarsi il valore delle oasi fiorite prive di OGM e pesticidi. Ogni aiuola salva api rappresenta migliaia di abbeverate di buon nettare, centinaia di palline di polline multicolore utili a nutrire i piccoli delle api (larve, pupe, ninfe).
Noi stiamo realizzando migliaia di bustine Salva api per piantare un ARCOBALENO di fiori in cocktail botanico che assicuri il raccolto per mesi e la visita sicura delle api ancora sane.

Seminando:
PHACELIA TANACETIFOLIA dai fiori VIOLETTO
BORRAGO OFFICINALIS dai fiori BLUETTE
TRIFOGLIO NANO dai petali BIANCO E VERDE
LOTUS CORNICOLATUS (GINESTRINO) di un bel GIALLO
CALENDULA OFFICINALE a stella ARANCIONE - VERMIGLIONE
TRIFOGLIO ALESSANDRINO coi fiorellini GIALLO chiari
TRIFOGLIO RISUPINATO a petali ROSSO SCARLATTO


migliorerete il terreno dei vostri vasi da fiore, delle vostre aiuole o prose da orto e giardino.
realizzando le Oasi arcobaleno delle quali i nostri amici insetti tanto abbisognano !

FARETE COSI’ LA GIOIA DEI VOSTRI OCCHI E DELLE API IN PERICOLO DI ESTINZIONE !!

LE API VI RINGRAZIERANNO COL LORO MIELE...E COL LORO SOFFIO LEGGERO.

Per acquistare le buste Arcobaleno Salva Api potete rivolgervi a:

Agri.Bio Loc. S. Sebastiano, 1 12050 Cissone CN tel 0173 748211, fax 0173 748728; e-mail
info@agribionotizie.it

Zad Agrodynamics Castel Di Casio Porretta Terme (BO) tel 0534 31222 e-mail poggio@zadagrodynamics.it

Enrico Zagnoli - Zad Agrodynamics
Ivo Bertaina - Agri.Bio Onlus

Simon Van Hilten - ArcoIris

Le bustine sono inoltre reperibili presso  la nostra sede  principale di Agri.Bio Emilia Romagna Via Frignanese 194 Vignola (Mo) tel 3404076252 e-mail: agribioer@email.it

 e presso le nostre altre sedi operative provinciali  e le  fiere e mercati ove parteciperemo.

Vista l'importanza della iniziativa, che non poteva restre sono nell'ambito della regione EmiliaRomagna, il comunicato stampa di presentazione è stato sottoscritto dall'associazione nazionale Agri.Bio Onlus  oltre che dal Dott. Zagnoli e dalla ditta sementiera Arcoiris di Modena che ha realizzato le bustine.

Coloro che aderiranno a questa ainiziativa e realizzeranno le oasi arcobaleno nel loro giardino o nel loro orto potranno inoltre partecipare a un concorso fotografico. Ulteriori informazioni son presenti nel retro delle bustine Arcobaleno Salva Api.